Salomone e la formica innamorata

Camminando, nobile e magnifico, Salomone passava in un luogo appartato davanti a un formicaio.1 Le formiche tutte s’avanzarono a far la loro sottomissione: nel volgere di un’ora ce n’erano a migliaia. Una sola non si affrettò a correre, perché davanti al nido aveva un monticello di sabbia, del quale contava i grani a uno a uno, per farlo scomparire.
Salomone la fece chiamare e disse: «Formica mia, tu non hai l’aria di avere molta forza e resistenza; nemmeno con la longevità di Noè e la pazienza di Giobbe, potrai portare a termine il compito che hai preso. Non hai forza proporzionata ad esso; quel monticello di sabbia non potrai mai farlo scomparire».
La formica, sciogliendo la lingua, disse: «O grande re, senza magnanimità non si può avanzare su questa via! Una formica si è sottratta alla mia vista, dopo avermi preso nel trabocchetto del suo amore. Dopo avermi detto: “Se distruggi questo mucchio di sabbia e  liberi il cammino, allora farò scomparire il grande ostacolo che ci separa e accetterò la tua compagnia”. D’allora, mi sono impegnata in questa impresa, senza pensare ad altro che a togliere la sabbia. Se la faccio scomparire, potrò aspirare all’unione con la mia amata. Se, poi, debbo perdere la vita nel compimento di quest’opera, non sarò stata né millantatrice né mendace».
Amico, impara da una formica qual è la forza dell’amore, così come da un cieco impara il segreto della visione.

Note:
1 Secondo le tradizioni islamiche, Salomone comprendeva il linguaggio delle formiche, e queste riconoscevano la sua “stazione” di profeta (Corano, XXVII, 18-19).

Fonte: sufi, in particolrare questa versione è quella di Farîd ad-Dîn Attâr, Ilâhî-nâma.. Per una visione più ampia ti consiglio di vedere la pagina relativa ai link di alcuni libri, i cui titoli sono presenti nella pagina dedicata al sufismo http://www.archeboli.it/libri/sufismo/. Se poi avessi tempo e voglia di dare un’occhiata a BAGLIORI DI VERITÀ con le sue sette parti, partendo dalla prima Infinito, Zero, Punto, Uno, in cui sono riportati parecchi racconti sufi e non solo, ti sarei grato.

Lascia un commento